Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Visualizza l'informativa estesa.
Hai negato l'utilizzo di cookie. Questa decisione può essere revocata.
Hai accettato l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Questa decisione può essere revocata.

Feste e tradizioni locali

Il culto della Madonna delle Grazie

Il culto verso la Madonna delle Grazie, detta anche Madonna di Sanarica, non sorge per una straordinaria apparizione nè in un momento storico, ma da un fatto intrinseco alla natura religiosa dell'uomo e soprattutto dell'uomo del Salento.

Già nel secolo IX d.C. si riscontrano numerose vestigia e documenti di un culto verso la Madonna, Madre di Grazie, in un luogo, in una contrada di campagna ove poi sarebbe sorto il piccolo centro urbano di Sanarica. In quella contrada, da una disadorna cappelletta campestre una immagine prodigiosa della Madre di Dio distribuiva fiducia e speranza e grazie a tutti gli afflitti che vi si recavano.

Apparizione ai naufraghi tarantini

Nel secolo XIV una grossa imbarcazione di tarantini fu sorpresa da un violento nubifragio e da un mare tempestoso al largo del porto Badisco, mentre disperati e speranzosi insieme volgevano voci e mani al cielo supplichevoli, apparve loro in visione una celestiale figura di Vergine che diede conforto e coraggio e tranquillità e agli stessi chiese: "Venite a trovarmi a Sanarica". E disparve.

Sanarica era un luogo sconosciuto a quei poveri naufraghi. Certo prima di rientrare nel luogo di residenza si portarono in Sanarica, ringraziarono la Vergine Madre delle Grazie e promisero di tornare ogni anno a trovarla in compagnia delle famiglie.

I pellegrinaggi dei Tarantini durarono lunghi anni e secoli e sempre più numerosi, tanto che nel secolo XVI si costituirono una vera e propria colonia tarantina a Sanarica. Costituirono abitazioni, stalle, pozzi, rimasti in piedi, sul suolo del Santuario, fino a pochi anni addietro e insistevano sul luogo ove oggi sorgono le opere di ministero pastorale. Potendo disporre di discreti alloggi i Tarantini si fermarono lunghi giorni in Sanarica, celebrando a proprie spese festeggiamenti in onore della Madonna, con luminarie, spari e concerti. Fu col loro contributo e con le libere offerte dei devoti che si potè costruire quella che ora è la navata centrale dell'attuale Santuario, portato poi a termine a tre navate nel 1712 e inaugurato solo nel 1716, come è scolpito, su tavola di pietra, sul frontespizio dello stesso Santuario.

Allo scopo di sentire più vicina la Vergine Protettrice di Sanarica i tarantini hanno dedicato a Lei una cappellina nei pressi della chiesa del Crocefisso in Grottaglie, a due km. dal centro abitato.

Numerosissimi devoti

Non meno che dal tarantino sono accorsi e accorrono tuttora numerosissimi devoti dal basso Salento fino a S. Maria di Leuca, specialmente nei giorni in cui si celebra la festività della Madonna: il 6 – 7 – 8 – 9 settembre. Da epoca remotissima, probabilmente a seguito di un intervento prodigioso della Madonna, folle di pellegrini da Matino e dintorni, ogni anno il 5 di luglio, anziché in settembre, pernottavano sotto il cielo di Sanarica celebrando a proprie spese, con addobbi, luci, spari e concerto bandistico, una vera e propria festa in onore alla Madonna. Della loro fede e devozione ne è testimonianza per le generazioni una Cappellina dedicata alla Madonna di Sanarica e in località denominata "Sanarica" presso la quale il giorno 8 settembre di ogni anno viene celebrata una festa.

Anche San Pietro Vernotico ha dedicato una cappella alla Madonna di Sanarica. La seconda domenica di Ottobre ogni anno la celebra con una solenne festa. Da quattro anni la festa della Madonna di Sanarica in S. Pietro Vernotico assume carattere particolare, perché, con un gemellaggio mariano celebrato a , livello religioso e civile, Sanarica e S. Pietro si fondono insieme.

Un'altra testimonianza della diffusione della devozione alla Madonna di Sanarica è data dagli appellativi anagrafici che con evidente rilevanza vengono assegnati in moltissimi comuni: il nome Grazia e Graziella e persino Grazio.

Preghiere e canti

  • Supplica alla Madonna di Sanarica
  • Preghiera per ottenere grazie da Maria SS.
  • Preghiera di ringraziamento a Maria SS.
  • Preghiera
  • Preghiera quotidiana
  • Vergin Santa
  • Lode alla Madonna di Sanarica
  • Al risuonar dell'Ave
 

Supplica alla Madonna di Sanarica

Vergine Maria, Madre di Dio e Madre nostra, in questo giorno dedicato alla celebrazione dei tuoi trionfi, a te rivolgiamo la nostra umile preghiera.
Tu ti sei compiaciuta eleggere Sanarica a cittadina privilegiata del tuo amore; i tuoi figli, convenuti da ogni dove, si sono ritrovati nel tuo Santuario, ove dispensi una pioggia di grazie, perché essi compiano sotto la tua guida il pellegrinaggio terreno e raggiungano tutta la vita eterna.
In quest'ora drammatica e densa di inquietudini per il mondo intero, noi eleviamo a te la nostra fiduciosa supplica.
Il padre celeste ti ha donata a noi perché ci porti a Gesù, perché possiamo formare una chiesa animata nella pienezza della vita cristiana e della perfezione nella carità.
Madonna delle grazie, conserva l'innocenza dei nostri bambini.
Madonna Santa, guida i nostri giovani verso una fede cosciente e matura, sappiamo discernere il bene dal male, il vero dal falso incontrino sul loro cammino l'amore genuino, scoprano la loro giusta vocazione nel mondo, trovino tutti un lavoro sicuro e siano testimoni di generosità cristiana.
Madonna delle Grazie fa che le nostre famiglie vivano nell'unità e nella pace, santifica e benedici il nostro lavoro quotidiano; dona ai nostri malati la grazia della rassegnazione cristiana: siano essi un altare ove si compia ogni momento il sacrificio di Cristo Signore.
Accogli, Madre della Chiesa questa nostra supplica e aiutaci con la tua potente intercessione. Con Te, figlia e ancella del Padre, diremo di sì alla volontà divina ogni giorno della nostra esistenza. Per mezzo di Te, madre e discepola di Cristo, cammineremo sempre sulla via del Vangelo. Guidati da Te, sposa e tempio dello Spirito Santo, diffonderemo gioia fraternità e amore nel mondo.
O Maria, Tu che ti prendi cura dei tuoi figli pellegrinanti tra pericoli e affanni, implora per la Chiesa, per le famiglie e per i popoli i doni dell'unione, della solidarietà e della pace.
Guarda a noi qui presenti, accompagnaci nel cammino della vita e mostraci, dopo questo esilio, Gesù, il frutto benedetto del tuo seno, o clemente, o pia, o dolce Vergine Maria.Vergine Maria, Madre di Dio e Madre nostra, in questo giorno dedicato alla celebrazione dei tuoi trionfi, a te rivolgiamo la nostra umile preghiera.
Tu ti sei compiaciuta eleggere Sanarica a cittadina privilegiata del tuo amore; i tuoi figli, convenuti da ogni dove, si sono ritrovati nel tuo Santuario, ove dispensi una pioggia di grazie, perché essi compiano sotto la tua guida il pellegrinaggio terreno e raggiungano tutta la vita eterna.
In quest'ora drammatica e densa di inquietudini per il mondo intero, noi eleviamo a te la nostra fiduciosa supplica.
Il padre celeste ti ha donata a noi perché ci porti a Gesù, perché possiamo formare una chiesa animata nella pienezza della vita cristiana e della perfezione nella carità.
Madonna delle grazie, conserva l'innocenza dei nostri bambini.
Madonna Santa, guida i nostri giovani verso una fede cosciente e matura, sappiamo discernere il bene dal male, il vero dal falso incontrino sul loro cammino l'amore genuino, scoprano la loro giusta vocazione nel mondo, trovino tutti un lavoro sicuro e siano testimoni di generosità cristiana.
Madonna delle Grazie fa che le nostre famiglie vivano nell'unità e nella pace, santifica e benedici il nostro lavoro quotidiano; dona ai nostri malati la grazia della rassegnazione cristiana: siano essi un altare ove si compia ogni momento il sacrificio di Cristo Signore.
Accogli, Madre della Chiesa questa nostra supplica e aiutaci con la tua potente intercessione. Con Te, figlia e ancella del Padre, diremo di sì alla volontà divina ogni giorno della nostra esistenza. Per mezzo di Te, madre e discepola di Cristo, cammineremo sempre sulla via del Vangelo. Guidati da Te, sposa e tempio dello Spirito Santo, diffonderemo gioia fraternità e amore nel mondo.
O Maria, Tu che ti prendi cura dei tuoi figli pellegrinanti tra pericoli e affanni, implora per la Chiesa, per le famiglie e per i popoli i doni dell'unione, della solidarietà e della pace.
Guarda a noi qui presenti, accompagnaci nel cammino della vita e mostraci, dopo questo esilio, Gesù, il frutto benedetto del tuo seno, o clemente, o pia, o dolce Vergine Maria.

Preghiera per ottenere grazie da Maria SS.

O maria SS. Inclita protettrice di Sanarica, Tu che ti appelli e sei madre di tutte le grazie, rivolgi i tuoi occhi misericordiosi a noi tuoi figli. In questo momento abbiamo bisogno del tuo aiuto e a te ricorriamo. Difendici da tutti i pericoli dell'anima e del corpo. Facci santi e ottienici da tuo figlio Gesù la grazia che chiediamo. O madre cara, ricordati che nessuno è ricorso al tuo aiuto senza essere esaudito. Con questa fiducia noi ci prostriamo ai tuoi piedi; esaudiscici, o Maria, e noi te ne saremo grati per sempre. Così sia.
Salve Regina

Preghiera di ringraziamento a Maria SS.

E' vero, o Maria SS., madre di tutte le grazie, che nessuno con viva fede ricorre a Te senza essere esaudito. Tu o madre nostra, hai voluto innalzare il tuo trono qui in Sanarica pere dispensare i tuoi favori. Noi a te ci siamo rivolti con fiducia e tu ci hai esauditi. Ti ringraziamo perciò di tutti i benefici e della grazia che hai voluto concederci. Continua, o consolatrice degli afflitti, a proteggerci in questa valle di lacrime; liberaci da ogni male e ottienici il paradiso. Così sia.
Salve Regina

Preghiera

O Vergine Santa, Figlia prediletta dell'eterno divino Genitore, Madre dell'umanato Figlio di Dio, Sposa castissima dello Spirito Santo, tesoro e dispensiera delle divine grazie, eccoci qui raccolti in questo Tempio, che voi avete trasformato in un luogo di rifugio, in una torre di salvezza.
Ci presentiamo a Voi come figli alla Madre affettuosa, come sudditi alla loro Regina potente. Oppressi dal dolore veniamo a gettarci ai vostri piedi per essere consolati, aiutati, sostenuti.
O Maria, ascoltate le nostre preghiere, tergete le nostre lacrime, siate la nostra stella del mare tempestoso della vita: ed infine pei meriti vostri santissimi e la misericordia infinita del vostro divin Figlio Gesù, ottienici il perdono delle nostre colpe e la gloria eterna del Paradiso.
Così sia.
Salve Regina
(Carmelo arcivescovo)

Preghiera quotidiana

O gloriosissima Vergine, inclita protettrice di Sanarica, pieni di confidenza noi ricorriamo a Te, che sei Salute degli infermi e rifugio dei peccatori e Ti salutiamo Regina e dispensiera delle grazie. Tu, che, in questo Santuario, mostri la tua potenza, sanando tante infermità corporali, fa che la stessa potenza, efficacemente allontani da noi i mali spirituali che ci vessano oltremodo. E non sai, che non possiamo rialzarci dal fango delle passioni, se tu benigna non ci porgi la mano? Su dunque, Tu, che ti appelli Madre delle Grazie, fa che questo tuo bel titolo trionfi su di noi e copiose c'implori dall'alto le celesti benedizioni. Così superando quaggiù le insidie, che i nostri nemici interni ed esterni, non cessano di tramarci, potremo un giorno venire a cantarti un inno di ringraziamento e di gloria lassù nel cielo. Così sia.
Salve Regina
NOSTRA SIGNORA DI SANARICA, PREGATE PER NOI

Vergin Santa

Vergin Santa, Dio t'ha scelta
con un palpito d'amor
per dare a noi il tuo Gesù
piena di grazia noi t'acclamiam
Rit. Ave, Ave, Maria!

Per la fede e il tuo amor
o ancella del Signor
portasti al mondo il Redentor
piena di grazia noi ti lodiam

O Maria, rifugio tu sei
Dei tuoi figli peccator
Tu ci comprendi e vegli su noi
Piena di grazia noi ti lodiam

Tu conforti la nostra vita
Sei speranza nel dolor
Perché di gioia ci colmi il cuor
Piena di grazia noi ti acclamiam

Gloria eterna al Padre cantiam
al suo Figlio Redentor,
al Santo Spirito vivo nei cuor
ora e sempre nei secoli. Amen.

Lode alla Madonna di Sanarica

O gloriosissima – Madre d'amore
Tu di Sanarica – gloria ed onore,

Rit. A noi rivolgi – gli occhi tuoi
Piena di grazie – prega per noi

Noi di Sanarica – popolo eletto,
a Te sacriamo – il nostro affetto

Tutti ricorrono – a Te, Maria,
Tutti li salva – Santa Maria.

Qui in Sanarica – fin da lontano
Con fede ardente – da Te veniamo

Non ci cacciare – da Te lontano,
senza tue grazie – non ci partiamo.

Siam tuoi devoti – siam figli tuoi,
i tuoi favori – spandi su noi.

E negli affanni – e nei dolori
Tu degli afflitti – consola i cuori

Prostrato il popolo – a te davanti
Vergin, t'eleva – preghiere e canti.

L'estremo aiuto – chiede egli ognora,
Che Tu lo accolga – all'ultimora.

Canto popolare alla Madonna di Sanarica
(parole di Fr. Ignis)

Al risuonar dell'Ave

Al risuonar dell'Ave della sera
Il cuor s'eleva a Te, mistica rosa;
il labbro scioglie la gentil preghiera
che risuonò la prima volta in ciel.

AVE MARIA! AVE MARIA!

E da quel girono in che il divin messaggio
di Grazia piena t'acclamò Signora
la terra tutta in un perenne maggio
fiori ti dona d'olezzante amor.

AVE MARIA! AVE MARIA!

Il vecchio stanco all'ara Tua piangente
Implora pace agli ultimi suoi giorni,
la giovinetta la sua vita ardente
a Te consacra, o madre del Signor

AVE MARIA! AVE MARIA!

(Don Francesco Rizzello)

Torna a inizio pagina